zangheri

ANNO SOCIALE 2004 – 2005

Presidente Guido Zangheri

L’anno sociale 2004-2005 è stato uno dei più fecondi sia sotto il profilo della quantità e della varietà sia, e soprattutto, sotto il profilo della qualità delle iniziative. Sfortunatamente la ricostruzione del ricordo, a quattro, cinque anni di distanza, ha incontrato l’ostacolo della irreperibilità o della cattiva qualità della documentazione. Ne è nata questa rappresentazione, certamente inadeguata ai meriti del presidente.

In mancanza di specifici resoconti, non resta che prendere le mosse dalla relazione presentata dallo stesso presidente al termine del suo mandato: per gli incontri con il titolo sottolineato è disponibile qualche sorta di documentazione (n.d.r.).

 

“L’anno lionistico 2004/2005, conclusosi il 21 giugno scorso con il passaggio delle consegne all’amico Bruno Servadei, è stato impostato sui principi fondanti dell’amicizia e dello spirito di servizio.

E’ stata altresì cura costante quella di coinvolgere le Istituzioni, le scuole, la stampa.

Pertanto sono stati contattati la Prefettura, la Questura, le Forze Armate, il Comune, la Provincia, il CSA, la Curia Vescovile, la direzione della Biblioteca “ A. Gambalunga “, la direzione dei Musei.

Parimenti sono intercorsi rapporti con le scuole elementari del 6° circolo, con diverse scuole medie superiori ( Liceo classico “G.Cesare”, Liceo Scientifico “A.Serpieri”, Istituto Tecnico Commerciale “R.Valturio”, Istituto Professionale “L.Einaudi”), con Università Aperta”G.Masina e F. Fellini” con la quale in particolare è stata realizzata per il secondo anno consecutivo, una serie di conferenze aperte al pubblico tenute da soci del Club.

Durante l’anno vanno annoverati tra i momenti di forte aggregazione fra i soci l’iniziativa del concorso “Tavole in festa” che ha visto in particolare protagoniste le nostre signore che si sono aggiudicate il primo premio della Giuria tecnica; la visita guidata alla nave da guerra “Audace” al porto di Ancona grazie all’interessamento del socio Aleardo Cingolani; la gita a Barcellona, nata da un’idea del socio Roberto Fambrini e realizzata con il contributo determinante del socio Graziano Lunghi.

Da sottolineare ancora nell’ambito dell’aggregazione con gli altri Club, innanzitutto la seconda fase del gemellaggio tra il nostro ed il Club di Ragusa Host organizzata con cura dal past presidente Oreste Di Giacomo, alla cui cerimonia protocollare ha direttamente partecipato il Vicegovernatore Giorgio Mataloni, ed i numerosi intermeetings con i Club di Riccione per due volte, con il Club San Marino, con il Club Montefeltro, con il Rimini Malatesta e l’interclub con il Rotary Club Rimini ed il Ladie’s circle di Rimini.

I rapporti con la stampa, pur rimanendo non sempre agevoli, si sono consolidati con il meeting nel quale è stato invitato come relatore Giancarlo Mazzuca , direttore de “Il Resto del Carlino” e con il meeting in cui il Club ha ospitato in veste di relatore Italo Cucci. Diversi giornalisti delle testate locali sono stati invitati ai meetings ed alcune volte l’emittente televisiva “ San Marino oggi” grazie alla collaborazione del socio Giorgio Betti ha ripreso le serate ricavandone degli interessanti servizi filmati.

Particolare attenzione è stata rivolta durante l’anno a tutti gli incontri di zona, di circoscrizione, ai congressi di Ravenna, Montesilvano, Taormina, con una costante e puntuale partecipazione.

Sono stati ammessi cinque nuovi soci : Monica Sardonini, Cesare Frisoni, Marco Petrucci, Maurizio Morini, Fabio Maioli.

Le iniziative realizzate a livello si meeting e di service

  • hanno ripreso le linee tradizionali del Club ( Festa della bandiera con la partecipazione del sottosegretario al Ministero della difesa on. Filippo Berselli , Festa degli auguri con il tradizionale scambio di doni e lotteria benefica, Festa della cerimonia del gemellaggio, Festa del passaggio delle consegne) ;

  • tuttavia si è cercato di personalizzare l’annata soprattutto dal punto di vista musicale e dal punto di vista culturale. In particolare preme citare la novità della partecipazione del Club alla Sagra Musicale Malatestiana, la visita all’organo “Callido” restaurato, nella chiesa di Misano monte con relativo concerto di Mauro Ferrante e di Roberta Pari, la produzione del CD “ Note di volta” a cura del Quartetto “Lettimi” presentato dal vivo dello stesso Quartetto in occasione della Festa degli Auguri, la visita alla bottega del liutaio Migani con il concerto del violinista Domenico Colaci, il concerto del pianista Stefano Orioli tenuto al Grand Hotel di Rimini nel già citato interclub con il Rotary Rimini, l’istituzione della borsa di studio intitolata al Beato Alberto Marvelli vinta da Alessia Montevecchi dell’Istituto professionale “L.Einaudi” di Rimini, il ciclo di conferenze sopra menzionate, di 11 soci del Club per Università Aperta, il contributo offerto dal Club in termini di service alla giovanissima ballerina riminese Chiara Borsetti ammessa a frequentare l’Accademia di ballo a New York, il service alla causa del “master” per giovani imprenditori, il meeting dedicato ai “Misteri dell’universo” con l’astrofisico dott. Luca Amendola nell’anno mondiale della fisica in omaggio al centenario della nascita di Einstein, la visita alle sale antiche della Biblioteca “A. Gambalunga”, l’organizzazione di alcune visite guidate ad importanti mostre allestite a Castel Sismondo, grazie all’interessamento del socio Pierluigi Foschi.

Sono stati inoltre considerati nei meeting temi di viva attualità -quali quello dedicato alla procreazione assistita dal magistrato dott. Daniele Barberini grazie all’interessamento del socio Moreno Maresi -,temi sociologici – quali quello relativo alla storia sociale dell’alimentazione tenuto dal dott. Alberto Cipriani -, temi medici e sociali – quali quello sulla longevità cerebrale trattato dal Lion dott. Angelo Cioci, medico specialista in clinica pediatrica e pediatria preventiva, che con autentico spirito lionistico si è reso protagonista in maniera del tutto volontaria e disinteressata di un service rivolto alla prevenzione e terapia dei problemi della crescita, del comportamento e dell’apprendimento dei bambini della scuola elementare “Casti”, destinato a proseguire nel prossimo anno sociale.

I rimanenti service hanno ricalcato le linee tradizionali del Club : contributo all’ospedale di Mutoko della socia onoraria dott. Marilena Pesaresi, contributo alla signora Bisulli, contributo per le adozioni a distanza, contributo alla Casa di S.Anna, contributo ad alcuni service di zona “Corri per chi non può” o distrettuali “Una cena in meno”, “Fattoria del sorriso”.

 
2 girls 1 cup