Altri Organi del Club

ARTICOLO III

Altri Organi del Club e Requisiti per Riunioni e Quorum

  1. ASSEMBLEA DEI SOCI Sedute ordinarie in sede deliberativa si tengono alla prima riunione dell'anno lionistico entrante per l'approvazione del bilancio consuntivo e di quello preventivo , entro il mese di aprile per l'elezione delle cariche sociali. Assemblee straordinarie potranno essere indette a discrezione del Presidente o a richiesta del Consiglio Direttivo o di almeno un terzo dei soci aventi diritto di voto. Eccetto quanto diversamente stabilito, le deliberazioni della maggioranza dei soci, equivarranno a decisioni prese dall'intero Club e la presenza fisica della maggioranza dei soci, costituisce il "quorum" di ogni riunione
  2. RIUNIONI ORDINARIE. Alla data e nel luogo stabiliti dal Consiglio Direttivo, si dovranno tenere almeno due volte al mese preferibilmente nello stesso giorno della settimana, eccettuato il periodo estivo da luglio a settembre e nel caso in cui si sovrappongano ricorrenze festive che rendano preferibilmente difficoltosa la partecipazione dei soci . Essi in tali riunioni così come in tutti gli altri incontri ufficiali, dovranno tenere un abbigliamento consono all'occasione mostrando il segno distintivo di appartenenza all'Associazione . Tutte le riunioni dovranno puntualmente iniziare e finire entro i limiti stabiliti. La comunicazione delle riunioni ordinarie e straordinarie di cui in prosieguo, dovrà essere data ai soci nella maniera che il Consiglio riterrà più opportuna.
  3. RIUNIONI STRAORDINARIE. Riunioni straordinarie potranno essere convocate dal Presidente, a sua discrezione e dovranno essere indette dal Presidente quando richieste dal Consiglio Direttivo o da un numero di soci in regola non inferiore alla metà dei componenti del Consiglio Direttivo. La notifica delle riunioni straordinarie, precisante le ragioni , la data ed il luogo, dovrà essere comunicata ad ogni socio almeno quattordici giorni prima della data stabilita.
  4. ANNIVERSARIO DELLA CHARTER. Ogni anno potrà essere tenuta una riunione per festeggiare l'anniversario della Charter Night del Club. In tale occasione, dovrà essere dedicata particolare attenzione alle finalità ed agli ideali del Lionismo ed alla storia del Club ricordando le iniziative intraprese più importanti .
  5. RIUNIONE ANNUALE. In concomitanza con il termine di ogni anno sociale, dovrà essere tenuta una riunione annuale alla data e nel luogo stabiliti dal Consiglio Direttivo; a tale riunione i funzionari uscenti dovranno presentare i loro resoconti finali e dovranno essere insediati i nuovi funzionari eletti.
  6. QUORUM. La presenza fisica della maggioranza dei soci in regola sarà necessaria per formare il quorum ad ogni riunione di questo Club. Eccetto quanto altrimenti stabilito, le deliberazioni della maggioranza dei soci presenti ad ogni riunione equivarranno a decisioni prese dall'intero Club.
  7. SOCI IN REGOLA. Qualsiasi socio che non provveda al pagamento di qualsiasi debito verso questo Club entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione scritta da parte del Tesoriere o Segretario non sarà più considerato in regola e rimarrà in tale stato di sospensione sino a che non avrà saldato ogni suo debito. Soltanto i soci in regola avranno diritto di voto e potranno ricoprire cariche in questo Club.
  8. RIUNIONI ORDINARIE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO. Riunioni ordinarie del Consiglio Direttivo dovranno essere tenute mensilmente alla data e nel luogo stabilite dal Consiglio stesso.
  9. RIUNIONI STRAORDINARIE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO. Riunioni straordinarie del Consiglio Direttivo saranno tenute quando convocate dal Presidente o quando richieste da tre (3) o più membri del Consiglio Direttivo, alla data e luogo stabiliti dal Presidente.
  10. COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI - E' eletto annualmente dall'Assemblea ed è composto di tre membri . Ha il compito di esaminare i bilanci ed i documenti contabili e di relazionare ali'Assemblea.

     
    2 girls 1 cup