PDF Stampa E-mail

FESTA DELLA BANDIERA TRICOLORE E DELLE FORZE ARMATE

Festa della Bandiera Tricolore e delle Forze Armate al Lions Club Rimini-Riccione Host riunito in intermeeting con gli amici lions del “Malatesta” Rimini nella calda e accogliente atmosfera dell’Holiday Inn.

Una festa dalle grandi suggestioni emotive e dai mille contraccolpi psicologici capaci di sollecitare nella mente dei presenti un rispettoso pensiero rivolto ai militari impegnati in operazioni di peacekeeping in Irak e in Afghanistan, ma anche in Libano e in Kosovo, cui va tutta la nostra simpatia e il nostro più sentito grazie.

La via che conduce alla pace, alla sicurezza, alla solidarietà più schietta e generosa fra tutti i popoli della terra, passa infatti attraverso il sacrificio dei nostri ragazzi.

Per cui se è vero che “fortunati sono quei popoli che non hanno bisogno di eroi” (Bertolt Brecht), è altresì vero che, come dicevano i nostri padri latini, se vuoi la pace devi farti trovare pronto alla guerra (si vis pacem para bellum).

Così, l’incontro svoltosi martedì 9 novembre all’Holiday Inn di Rimini, ha fin da subito assunto connotazioni intrise dei sentimenti più autenticamente riconducibili all’Unità d’Italia di cui, il prossimo anno, si celebra il 150esimo anniversario.

E pertanto, come è ormai felice tradizione, il service-club cittadino presieduto da Monica Sardonini, nel festeggiare la bandiera tricolore simbolo di unità nazionale e di pace universale, ha ottenuto lo scopo di dare continuità al bel rapporto di amicizia e di collaborazione stabilito da lungo tempo con le autorità militari dell’Aeronautica, della Marina e dell’Esercito, rappresentate – nell’occasione - dal colonnello pilota Ludovico Chianese, dal capitano di fregata Nicola Attanasio e dal tenente colonnello, Daniele Telesca.

Poi, con lo stile e l’eleganza che la rendono unica, il presidente Monica Sardonini ha presentato il relatore della serata: il colonnello pilota Ludovico Chianese, comandante del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare di stanza all’aeroporto di Cervia.

Un lungo quanto ricco Curriculum Vitae onusto di gloria, quello del comandante Chianese,

che da un lato ha rivelato quanto sia importante il suo ruolo di soldato e - ci si perdoni l’invasione di campo nella sfera più intima, quella familiare – dall’altro quanto più grande sia la sua statura di uomo che, nell’occasione, ha palesato “debolezze” umane – chiamatele se volete emozioni! - facendosi accompagnare dalla moglie Daniela e dalla giovanissima figlia, Laura Maria. Insomma: chi si aspettava di vedere in azione John Rambo alias Sylvester Stallone, ha dovuto ricredersi. Il comandante Chianese, giocando sul filo di una sottile ironia, ha infatti saputo impersonare mirabilmente sia l’uomo d’azione in divisa cui spetta il difficile compito di intervenire con decisione laddove necessiti la presenza dei suoi uomini del 15° Stormo; sia l’uomo, il marito, il buon padre di famiglia, il cittadino capace di dialogare senza infingimenti di sorta e, quel che più conta, alla pari con gli altri.

Il 15º Stormo “Stefano Cagna” – ha esordito Chianese - è uno stormo dell’Aeronautica Militare Italiana. Parte integrante del Comando delle Forze per la Mobilità ed il Supporto, il suo compito principale è quello di assicurare la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita, nonché il soccorso di traumatizzati gravi. Poi, grazie anche al supporto di un filmato proiettato sullo schermo, il comandante Chianese ha via via illustrato i momenti più belli ed esaltanti del 15° Stormo che, il prossimo anno, celebrerà i suoi primi ottant’anni di storia (1931/ 2011).

Al termine della bella serata di festa, i due presidenti Monica Sardonini e Mario Gori hanno consegnato agli illustri ospiti i guidoncini dei rispettivi club e, in un gioco delle parti che ha trovato tutti d’accordo, si sono simpaticamente lasciati intervistare dal vostro cronista…

 
2 girls 1 cup