PDF Stampa E-mail

Programma meeting ed attività dell’anno sociale 2003-2004

“Apriamoci a ….” tema dell’anno

Nella relazione programmatica consegnata ai soci all’inizio dell’anno sociale era riportato :

Il Codice dell’Etica Lionistica cita “ considerare l’amicizia come un fine e non come mezzo nella convinzione che la vera amicizia non esista per i vantaggi che può offrire ma per accettare nei benefici lo spirito che li anima “

E’ a questo principio fondamentale del nostro essere lions che ci ispireremo per il corrente anno sociale. Lo spirito di amicizia che anima i Lions è la chiave che permettera’ di aprirci maggiormente agli altri, al mondo che ci circonda, anche a coloro che sono a noi vicini ; ci permetterà di comprendere meglio e quindi di condividere i problemi spingendoci a dare un nostro contributo alle possibili soluzioni. Aprirsi al nostro territorio, alle realtà che operano fuori di noi, alle realtà che sono “diverse” da noi, è uno degli obiettivi che proveremo a perseguire quest’anno. “

 

Abbiamo incontrato durante l’anno :

-il Centro Internazionale di Ricerche Pio Manzù ed il suo fondatore Filiberto Dasi che, tramite la sua fondazione e grazie alle sua vasta rete di relazioni internazionali, affronta il problema dei profondi cambiamenti del terzo mondo come effetto della globalizzazione economica e dei rapporti con il mondo occidentale . L’ incontro è avvenuto in intermeeting con il ROTARY CLUB di Rimini;

- la Comunità di S. Patrignano cena a S.Patrignano assieme ai ragazzi della Comunità e successivo incontro con Andrea Muccioli nel loro teatro. Abbiamo voluto portare la nostra testimonianza come Lions e come uomini impegnati nella società civile. Alla serata anno partecipato nove clubs Lions della nostra Circoscrizione ed il Panathlon Club di Rimini per un totale di oltre 200 persone;

- il Fondo Ambiente Italiano che , sia a livello nazionale che locale, è l’interlocutore più sensibile nell’ affrontare i problemi della salvaguardia delle opere architettoniche e paesaggistiche . Il Capo Delegazione di Rimini, arch. Mancini, ha saputo ben illustrare le finalità e le conquiste operate dal FAI in questi anni;

- I giornalisti dei maggiori quotidiani locali Resto del Carlino, Corriere di Rimini e La Voce, ci hanno aiutato, tramite i loro responsabili a comprendere meglio il ruolo che la informazione locale ha nello sviluppo sociale e culturale della nostra realtà.

 

Il nostro impegno :

In riferimento al tema del “disagio giovanile”, che è stato il TEMA nazionale dei LIONS per l’annata 2003-2004, ci siamo occupati di :

-Educazione stradale . Meeting con il gen. Balduino Simone,Comandante della Scuola di Polizia Stradale di Cesena che ha affrontato il delicato problema della sicurezza stradale e della educazione dei giovani. Grazie al suo diretto intervento e collaborazione abbiamo acquistato una edizionale “speciale per i Lions” del volume “Un motorino per amico destinato alla educazione stradale dei ragazzi che dovevano conseguire l’esame di abilitazione per condurre il ciclomotore: Il cosiddetto “patentino” per la prima volta da quest’anno veniva rilasciato direttamente dalle scuole . Il Volume, edito in 10.000 copie, è stato consegnato a tutti gli istituti scolastici interessati della provincia di Rimini,Cesena, Morciano, Novafeltria, Faenza grazie alla collaborazione degli altri Lions Club che hanno partecipato alla iniziativa. L’ obiettivo è stato quello di contribuire a diffondere tra tutti gli studenti delle medie inferiori e dei primi anni delle superiori una educazione alla sicurezza stradale ed una maggiore consapevolezza dell’uso del “motorino”. L’ampia eco che ha avuto l’iniziativa anche presso la informazione locale lo ha fatto diventare il nostro service dell’anno;

-Anoressia un segnale di disagio giovanile, malattia sempre più diffusa che è in pieno contrasto con una società esternamente felice ed opulenta ma che forse all’interno risulta povera di contenuti e di valori esistenziali. Incontro con il nostro socio,lo psicanalista dr. Piccini, che ci ha illustrato in maniera eccellente lo stato della malattia e le sue conseguenze sociali.;

-Libera Università Aperta F.Fellini e G.Masina , una nuova esperienza per dare ai giovani della nostra città un contributo in termini di crescita culturale. Sponsorizzazione delle attività didattiche dell’anno ma in particolare la organizzazione di una serie di incontri aperti al pubblico sotto il titolo “ Insidi e rischi della quotidianità : quali difese, quali antidoti” che hanno visto la partecipazione di nostri soci in qualità di docenti. Otto gli incontri sui temi più diversi dalla medicina, alla psicologia, alla finanza, alla criminologia:

 

Gli altri meetings:

 

- Assemblee soci in ottobre e marzo;

- Cena degli Auguri ;

- Incontro con il Governatore;

- Incontro con la dr.ssa Tosi Brandi in intermeeting con il Ladies Circle di Rimini

sulla moda ed i costumi sociali ne medioevo;

- Festa di carnevale in intermeeting con Lions Club Morciano;

- Erbe medicinali e per la bellezza, una dotta ed interessante relazione del dr.

Zanghirati ;

- Festa delle Forze Armate. Incontro con la Marina Militare rappresentata dal

Comandante in Capo del Dipartimento militare dell” Adriatico Ammiraglio

Pagnottella;

- Incontro con l’Accademia Artusiana di Forlimpopoli. Intermeeting con il Lions

Club di Cesena presso la Scuola Alberghiera di Forlimpopoli con “ cena

artusiana” preparata e servita direttamente dai bravissimi studenti (ed insegnanti)

della scuola stessa ;

- Charter Night e passaggio dei poteri alla presenza del Governatore ed ingresso di

due nuovi soci ;

 

 

 

Le attività conviviali e ricreative

 

- Serata con cena all’Ippodromo di Cesena nel luglio dello scorso anno;

- Visita alla città di Sarsina e spettacolo di prosa all’ Arena Plautina nell’ agosto;

- Cena con degustazione di Vini alla Villa Astolfi in settembre

- Week end in Toscana, Impruneta, in ottobre in collaborazione con il

LIONS CLUB Impruneta;

- Gita in Sicilia e Gemellaggio con Lions Club di Ragusa. Il Gemellaggio è stato uno dei momenti più significativi dell’anno lionistico ed ha gettato le basi per una solida amicizia tra i due clubs e tra i loro soci. L’ accoglienza e la disponibilità dimostrata dai Lions di Ragusa sono stati encomiabili. A tutti i partecipanti al gemellaggio è rimasto vivo il ricordo dell’avvenimento e dello spirito di accoglienza dimostratoci in quei giorni;

- Visite ad alcune mostre presso i Musei comunali di Rimini ( organizzate e dirette dall’ infaticabile amico Foschi);

- Visita alla Aerobase di Rimini ed al 7^reggimento Aviazione dell’Esercito Vega ;

 

I services dell’anno :

-Lega Tumori ed Associazione Italiana Lotta al diabete;

-Donazione alla signora Bisulli per il mantenimento dei bambini ospiti;

-Contributo benefico alla Casa protetta “S.Anna” e visita ai suoi piccoli ospiti ;

-Adozione a distanza;

-Partecipazione alla gara podistica di solidarietà “Corri per chi non può”;

-Contributo alla associazione Cani Guida Lions;

-Contributo alla Università aperta F.Fellini e G. Masina a sostegno della attività didattica;

-Consegna gratuita a tutti gli studenti di Rimini del Volume “Un Motorino per amico” per il conseguimento del patentino;

-Contributo benefico a San Patrignano ed acquisto presso di loro dei doni di Natale;

-Partecipazione alla manifestazione benefica “ Tavole apparecchiate” ;

 

 

Il Presidente

O. Di Giacomo


 
2 girls 1 cup