PDF Stampa E-mail

 

Intermeeting Lions Club Riccione e Rimini-Riccione Host

Venerdì 26 ottobre,nell'elegante cornice dell'Hotel Des Bains di Riccione, abbiamo avuto il piacere di incontrare, ospiti degli amici e colleghi del Lions Club di Riccione, il giornalista, scrittore e poeta Ennio Cavalli.

Abbiamo aderito volentieri a questa serata, organizzata dalla Presidente Marina Giannini, che intende sottolineare e promuovere i valori e le eccellenze del nostro territorio attraverso incontri con i personaggi che, formati in gioventù sulle rive dell'Adriatico romagnolo hanno dato lustro ai loro natali sia in Italia che all'estero.

Ennio Cavalli ,riccionese, che si autodefinisce romagnolo costiero e felliniano, corrisponde pienamente allo spirito del progetto e ne esalta il risultato.

Dopo la laurea in legge a Bologna inizia la sua attività nell'ambito nella musica scrivendo la versione Italiana di When a man loves a woman" con il gruppo Crazy Boys. La cosa gli produsse una certa notorietà e poteva anche trasformarsi in una professione, ma desiderava fare il giornalista e, presentandosi a Roma con una lettera di Carlo Alberto Balducci Preside del Liceo Giulio Cesare di Rimini, che aveva frequentato,riesce ad incontrare Federico Fellini e Sergio Zavoli.

Incontra Federico Fellini sul set di "Roma" e Sergio Zavoli al giornale radio. Con loro inizia un rapporto personale ed intenso : sorride mentre racconta di quando accompagnava Fellini al teatro 15 di Cinecittà registrando l’intervista con un vecchio registratore “Nagra”. Anni bellissimi ed incontri determinanti e fortunati, ma la fortuna non sempre esiste, esistono soprattutto le opportunità che le persone di valore sanno cogliere e sviluppare, ed Ennio Cavalli lo sa fare.

Inviato a Hollywood come corrispondente per la premiazione degli Oscar cinematografici assiste al successo di Bertolucci con "l'Ultimo Imperatore", ma torna più volte convincendo e convincendosi che si deve andare anche quando non ci sono italiani in gara. Prosegue la sua attività di inviato prendendo parte alla premiazione di ben 26 premi Nobel . E’ proprio a Stoccolma che incontra personalmente tanti premi Nobel riuscendo a fruire di “un grande bagno di conoscenza” ( ndr) e diventando un cronista dell'ideale di pace che ne è sua radice.

La sua più forte passione rimane, però, la scrittura in tutte le sue forme.

Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo Libro di sillabe, ultimo volume della trilogia iniziata con Libro di storia e di grilli e proseguita con Libro di scienza e di nani. È anche autore di Fiabe storte (Donzelli 2003), Il poeta è un camionista (Archinto 2003), Bambini e clandestini (Donzelli 2002), I gemelli giornalisti (Piemme 2002), Se nascevo gabbiano... era peggio (Feltrinelli 2001), Il romanzo del Nobel (Rai-Eri 2000). Con il romanzo Quattro errori di Dio (Aragno), ha vinto il Premio Campiello 2005 - Giuria dei Letterati.

E’ proprio attraverso la poesia , forma di espressione più autentica, che riesce ad ottenere nel 2009 un riconoscimento prestigioso: il premio letterario Viareggio-Rèpaci con la raccolta “ Libro grosso” (Aragno).

E' attualmente caporedattore culturale del giornale radio Rai e autore di “Contemporanea” rubrica letteraria in onda in radio, il sabato alle 10,15.

A conclusione della serata ci legge: "Memoria" dedicato agli uomini presenti e "Amore" dedicato alle signore.

“L’amore è un frigorifero pieno………. Lo sotterri come fa il cane con l’osso e in un battito di ciglia rispunta in un fosso lontano mille miglia……… l’amore tra due corpi è un libro bianco il segnalibro di un lenzuolo……….”

E ‘ con queste parole che si conclude la serata tributo alla cultura,alla poesia e alla nostra terra.

 

 

 
2 girls 1 cup